Giovani e pornografia

video
play-sharp-fill
La situazione delle strade di Milano nel 2023 è diventata un vero e proprio incubo per i ciclisti. Secondo l'osservatorio della IULM, l'uso delle biciclette nella città è in forte regressione, registrando una diminuzione del 15%. Questo dato è influenzato da diversi fattori, tra cui la percezione di pericolo dovuta agli incidenti e la difficoltà di muoversi in una città con un traffico caotico. Inoltre, le infrastrutture per i ciclisti non sono ben progettate e creano disagi nel traffico. La situazione di Milano sembra essere peggiorata negli ultimi anni a causa di queste problematiche.

La visione di una Milano post Expo Green inclusiva sta svanendo, non corrispondendo, quindi, alla storia di una Milano ricca di opportunitá e servizi. La città è raccontata come un luogo pieno di soldi, ricchezze, innovazione, cultura, turismo e qualità, ma la realtà è ben diversa. Gli indici di soddisfazione dei cittadini della città sono passati da 8 a poco più di 6 e mezzo, un indicatore significativo della percezione negativa dei suoi abitanti. La città è cara, con un alto costo della vita, e le difficoltà sociali sono evidenti. Milano non ha sicuramente solo un problema sulle strade, ma anche nella vita sociale.

Un altro tema di grande rilevanza è l'impatto della pornografia sui giovani. La regista Abbey Wright ha condotto una ricerca su circa 10.000 bambini e giovani di età compresa tra i 6 e i 22 anni nel Regno Unito. È emerso che i bambini di 6 anni sono facilmente esposti a contenuti pornografici attraverso pop-up, mentre gli adolescenti affermano di imparare di più dalla pornografia che dai corsi di educazione sessuale a scuola. Inoltre, i giovani spesso non riescono a distinguere la realtà dalla fiction rappresentata nei contenuti pornografici.

Un'altra notizia che ha destato scalpore riguarda la creazione di reni umanizzati in maiali. Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica "Cell Stem Cell" ha mostrato che è stato possibile far crescere reni per metà umani all'interno dei maiali. Gli scienziati hanno utilizzato embrioni-chimera, contenenti sia cellule umane che cellule di maiale, che sono stati poi trasferiti in un maiale che ha fatto da madre surrogata. L'esperimento ha permesso di valutare lo sviluppo degli organi dopo 25 o 28 giorni.

L'obiettivo di questa ricerca è quello di ottimizzare la tecnica per il trapianto di organi umani, ma i ricercatori riconoscono che ci vorranno molti anni prima di poter arrivare ad un'innovazione simile.

Leave a comment

Privacy Policy  Cookie Policy   Termini e Condizioni
Credits
Website developed by Continuum Experience Design

Pop News è una testata giornalistica
registrata presso il Tribunale di Milano N° 299 del 28/11/2018 Pop Media S.r.l.
Via Stresa 18 – 20125 Milano P.I – C.F.: 10623350963
© All rights reserved Pop Media SRL