Il piano sequenza politico

video
play-sharp-fill
Il primo maggio è la festa dei Lavoratori, ma per il governo italiano è anche l'occasione per comunicare importanti novità in materia di lavoro. In particolare, il primo ministro Giorgia Meloni ha voluto presentare lo spot del decreto lavoro, annunciando una serie di provvedimenti per migliorare la condizione dei lavoratori e tagliare le tasse.

Ma non tutti sembrano essere d'accordo con questa scelta. Secondo il sociologo Mario Abis, la nuova comunicazione istituzionale rischia di opporsi alla pacificazione del paese, aprendo le porte delle stanze del potere in un luogo sacro per le istituzioni.

Ma la novità più sorprendente è l'uso del piano sequenza, una tecnica cinematografica utilizzata per la prima volta da Alfred Hitchcock nel 1948 con il film "Nodo alla gola". Oggi, il piano sequenza entra nella comunicazione politica, come dimostra lo spot del decreto lavoro. Il presidente del Consiglio ha scelto di utilizzare questa tecnica per comunicare in modo efficace e coinvolgente le novità che riguardano il mondo del lavoro.

Nonostante la scelta di comunicare in modo così diretto e coinvolgente, la campagna del decreto lavoro non ha convinto tutti. Ma l'importante è che il governo continui a lavorare per migliorare le condizioni dei lavoratori e a trovare nuove soluzioni per il mondo del lavoro italiano.

Leave a comment

Privacy Policy  Cookie Policy   Termini e Condizioni
Credits
Website developed by Continuum Experience Design

Pop News è una testata giornalistica
registrata presso il Tribunale di Milano N° 299 del 28/11/2018 Pop Media S.r.l.
Via Stresa 18 – 20125 Milano P.I – C.F.: 10623350963
© All rights reserved Pop Media SRL